L’invecchiamento cutaneo è determinato da fattori di natura biologica e dagli agenti esterni. Nel corso degli anni, gli elementi cellulari che compongono l’epidermide, vengono sostituiti dal corpo umano con minore velocità e presentano caratteristiche strutturali meno resistenti e più deteriorabili. Il ricambio cellulare, che nei giovani si aggira intorno ai 27 giorni, con il progredire dell’età diviene più problematico alterando il metabolismo cutaneo e determinando la perdita di tonicità delle spessore dermo-epidermico.

Uno stile di vita non sano, lo stress, il fumo, la cattiva alimentazione, le carenze vitaminiche, la scarsa ossigenazione dei tessuti, l’accumulo di radicali liberi, l’eccessiva ossidazione a livello metabolico, l’esposizione non protetta agli agenti atmosferici ed allo smog, contribuiscono ad amplificare i naturali processi di degrado cutaneo.

Il mondo della cosmesi è costellato di prodotti che promettono, in modo ingannevole,di preservare la tonicità dei tessuti. Ma è evidente che per affrontare i problemi dell’invecchiamento cutaneo è necessario un progetto multidisciplinare che coinvolga dal nutrizionista, ai biologi, al chirurgo estetico.

Da questa esigenza nasce Equilibrio, un progetto di bellezza globale per affrontare le varie tappe della vita con la serenità di un viso sempre fresco e luminoso, la sicurezza di prodotti affidabili e la certezza di risultati duraturi.